Appunti e memorie di Ivan Venturi

Fare Videogiochi

 
 

Scritto da Ivan Venturi il 06/10/2011 in Senza categoria con Nessun commento


Fatta la conferenza stampa!

Pienone (anche se dalla foto non sembra), anche di vari personaggi del mondo letterario, dello spettacolo e del fumetto. Già due iscritti al corso di sceneggiatura per videogiochi nel primo minuto dopo il termine della conferenza.

Da SX: Piero Di Domenico, docente di tecnologie multimediali al DAMS di Bologna, che insieme a me, Andrea Dresseno e Matteo Lollini dell’archivio Videoludico fa il coordinamento didattico;

io che parlo (a vanvera, come al solito);

Carlo Lucarelli (capobottega e supervisore del corso)

Michele Cogo (documentarista, direttore corso non-fiction)

Giampiero Rigosi (scrittore e sceneggiatore, direttore corso di letteratura e di fiction)

Emilio Varrà (fumettista e direttore Hamelin, direttore corsi di fumetti)

Aperte le iscrizioni alle selezioni. 40 candidati al massimo per 20 posti disponibili, di cui 4 borse di studio (quindi finanziati dalla Bottega stessa, senza costi per lo studente).

Dal 16 gennaio iniziano i corsi. Dovrebbero costare 5-600 euro in meno a cranio (quindi 2700 euro per l’intero anno) dato che il Comune di Bologna, nella figura del giovanissimo (finalmente!) assessore Lepore, sembra garantisca una sede consona (quindi il costo dell’affitto si andrebbe a eliminare con relativo risparmio sulle quote di iscrizione).

Segue post con riflessioni sulla sceneggiatura per videogame.

Saludos!

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

  1. BOTTEGA FINZIONI – corsi di sceneggiatura per videogiochi a Bologna
  2. SEMINARI SUL FARE VIDEOGIOCHI
  3. Corso di sceneggiatura per videogiochi

Leave a Reply

No trackbacks yet.

Posts with similar tags

No post with similar tags yet.

Posts in similar categories

Nel 1987 ho fatto il primo videogioco della Simulmondo, prima software house italiana. Da allora ne ho fatti altre migliaia.
Dalla fine del millennio scorso faccio videogiochi educativi ed ora anche simulatori di guida e avventure di inquisitori medievali.
Poi nel 2003 ho fondato Koala Games, ora diventatata TIconBLU. E mi occupo di un bel po' di altre cose videoludiche varie.
E...VIVA I VIDEOGIOCHI ITALIANI!