Appunti e memorie di Ivan Venturi

Fare Videogiochi

 
 

Scritto da Ivan Venturi il 29/08/2011 in Senza categoria con 1 Comment


 

E’ ufficiale… Olè!

La Cineteca di Bologna ha confermato: anche la domenica 11 marzo 2011 la Biblioteca Renzo Renzi è nostra!!! Unico problema sarà che è domenica e quindi sarà lievemente più complesso procacciarsi cibarie per il pranzo. Ma per tempo prepareremo mappetta con checkpoints di interesse (pizzerie, baretti, takeaway, kebabberie ecc).

Quindi lo Svilupparty durerà da SABATO 10 marzo a DOMENICA 11 marzo 2012.

Alcune note riguardo i contenuti:

1) interventi ‘pratici’ sul fare impresa Videogiochi in Italia: esempi veri, di modelli funzionanti, a portata di mano e delle tasche degli sviluppatori italiani

2) meet-up di Games For Change Italy: nasce il Games For Change Italy. Leggi: serious games ed edutainment made in Italy. Un settore in cui c’è pochissima concorrenza e un miliardo di opportunità. Ci saranno interventi di aziende DEV (comprese quelle per le quali io dirigo la produzione) che han no sviluppato o sviluppano prodotti di questo tipo. Quanti soldi costa farli. Quanto rende. Le opportunità internazionale. Il modello di impresa. Tutto sempre in soldoni, poche pippe teoriche, totalmente basato sulla realtà di esperienze testimoniabili direttamente.

3) retrogaming: qui lascio/lancio la palla agli amicherrimi di Ready64, Retrogaming Planet, mastro Sarcinelli spectrumista

4) il piatto forte: le presentazioni dei prodotti/demo/progetti di ogni sviluppatore

 

Direi: bozza di programma

sabato mattina: MEET-UP Games For Change Italy; serious games; educational games; vendere videogiochi dove normalmente videogiochi non vengono venduti. Portiamo New York a BO.

sabato tarda mattina o primo pome: impresa videogiochi in Italia, obiettivo pagarsi affitto e stipendio senza vendersi alle banche

Sabato pome, domenica: presentazioni prodotti e progetti, presentazioni prodotti e progetti, presentazioni prodotti e progetti, [loop]…

e CAZZEGGIO, CAZZEGGIO, CAZZEGGIO

PER LE PRESENTAZIONI:

L’idea è spostare lo schermone in fondo alla sala, in modo che si possa contemporaneamente cazzeggiare e dare un’occhio a cosa viene presentato in quel momento (l’anno scorso lo schermo era in mezzo e bisognava fare o l’una o l’altra cosa)

 

COSA PORTARE

Ognuno interessato a presentare se stesso o i propri progetti, porterà biglietti da visita con riferimenti e tutto, e fogli A4 (similbrochure) con propria foto (in modo che uno interessato al progetto abbia modo di trovare in mezzo al casino la persona che cerca) e descrizione del proprio progetto e tutto quello che è utile.

Poi li mettiamo magari su sito in pdf eccetera, ma avere tot copie cartacee (anche amatoriali, stampate come capita, l’importante è averle) durante la festa aiuta di sicuro.

 

DOVE (SE) DORMIRE

Oltre che sotto i ponti, eventualmente segnalo hotel medio livello e pensione very cheap in modo che chi si vuole fermare dopo la lunga notte post-svilupparty abbia dove stare. Magari se si sa in anticipo che n. persone si fermano, magari si strappano prezzi di favore. Vediamo.

 

W I VIDEOGIOCHI ITALIANI!

Ci riaggiorniamo.

Saludos!

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

  1. PROGRAMMA DEFINITIVO (forse) SVILUPPARTY
  2. SVILUPPARTY 2012: 10 marzo 2012

One Response to SVILUPPARTY RADDOPPIA!

  1. Giovanni Colì

    30/08/2011 - 17:18
    1

    ottima notizia…direi…

Leave a Reply

No trackbacks yet.

Posts with similar tags

No post with similar tags yet.

Posts in similar categories

Nel 1987 ho fatto il primo videogioco della Simulmondo, prima software house italiana. Da allora ne ho fatti altre migliaia.
Dalla fine del millennio scorso faccio videogiochi educativi ed ora anche simulatori di guida e avventure di inquisitori medievali.
Poi nel 2003 ho fondato Koala Games, ora diventatata TIconBLU. E mi occupo di un bel po' di altre cose videoludiche varie.
E...VIVA I VIDEOGIOCHI ITALIANI!