Appunti e memorie di Ivan Venturi

Fare Videogiochi

 
 

Scritto da Ivan Venturi il 23/08/2011 in Senza categoria con 14 Commenti


FRACTAL COMBAT

FRACTAL COMBAT

Signore (come se ci fossero donne che leggono queso blog…) e signori, sono orgojoso di poter parlare di un videogioco tutto italiano, anche se Made in Japan (Davide Pasca, l’autore, se ho capito bene lavora alla Segafredo a Tokio come impiego base. E anche Max Puliero, il grafico 3D, bazzica dalle parti della nippocapitale, a giudicare dalla documentazione fotografica degli incontri presso la sala caffè della sede della Segafredo Japan). Italiano perchè, come avete letto dal lungo testo tra parentesi qui sopra, sono tutti italiani: Davide Pasca (programmatore/producer/ideatore/grafico), Max Puliero (grafico 3D); Simone Cicconi (musica) più vari altri italiani e non. Ovviamente, vista la location dello sviluppo, c’è qualche giapponese. E una sfilza di tester, molti dei quali cyertamente utenti di Indievault (tra di essi anche il soundFX di Eymerich).

Comunque, bando alle ciance. Il gioco è un dogfight spaziale, insomma uno sparatutto aereo 3D basato su scenari generati con frattali. E fin qui ci siamo.

La grossa particolarità del gioco, grossissima dal mio punto di vista, è che ERANO VENT’ANNI che non giocavo così tano a un gioco. Praticamente da quando ogni tanto mi rilassavo, ai tempi della Simulmondo, giocando con la cartuccia di MITH. Da quando l’ho comprato per l’iPhone (euro 1,79: regalato. COMPRATELO TUTTI, e ditelo a amici parenti amiche amici mici cani canarini) su segnalazione di Z4g0 (che qualcuno di voi conoscerà di fama), ci passo almeno 1 ora al giorno. I primi due giorni ce ne ho perse due o tre, complice la vacanza. Tanto che ho subito pure la reprimenda di mia moglie visto il tempo che passo assorto e assente davanti all’iPhone girato in orizzontale. Anche mia figlia ha cominciato a prendermi in giro. E’ così: le mie donne non sono abituate a vedermi videogiocare. Per loro è stato quasi uno shock. Insomma: drogato da un videogioco. Erano AAAAAAAANNNI!

Il gioco è semplicissimo da usare e ha una curva di apprendimento perfetta, tanto da permettere anche a uno come me, che perdeva pure ai giochi fatti da se stesso, di capire i meccanismi, i comportamenti dei nemici, i vari trucchetti (anche se ancora non riesco mai a infilare bene le sacche di energia post-distruzione dei nemici – ma è perchè sono io impedito).

Come scrive Davide sul blog http://v5.kazzuya.com ci sono tanti upgrade in arrivo (che io userò assolutamente) e io non mi dilungherò su questo era migliorabile oppure questo è lo stato dell’arte eccetera (questo non è un blog di recensioni di giochi). Dirò solo che:

- come ai tempi di Iridis Alpha di Jeff Minter, l’interattività di questo videogioco te la senti sul palato, te la gusti come se fosse un piatto ben cucinato, bello da vedere (e sentire: l’audio e le musiche sono bellissimi) ma soprattutto gustoso. Il piacere di quell’attività neurale ludica ma concentrata, che trova la sua catarsi nei polpastrelli dei pollici coi quali si tamburella lo schermo dell’iPhone per sparare un missile dopo l’altro;

- che figata i missili a ricerca di calore, cioè insomma che spari e loro da soli di vanno a beccare il nemico e lo fanno MAGNIFICAMENTE saltare per aria

- che belli i mondi frattali, mi diverte un sacco passare da una parte all’altra dello scenario volando a bassissima quota (a volte, dove ci sono i mari, anche sott’acqua). Non serve a granchè nè è particolarmente rischioso, ma mi dà un gusto fotonico;

- sto finendo le ultime missioni dell’ultimo mondo e ho un patrimonio enorme di crediti guadagnati, ma dall’hangar ho comprato tutto il comprabile. Non vedo l’ora che ci siano upgrade con altri veicoli da acquistare e altre armi (soprattutto armi… che ne so, magari oltre ai missili, anche un megalaser o addirittura una bella BOMBA ATOMICA???)

- mi piace il semplice ed efficace modello di business messo in piedi da Davide e la sua aziendina -credo- NewType http://newtypekk.com/ di cui Oyastukai è il marchio. Un design lucido e sostenibile di un videogioco pensato per vendere, costi di struttura bassi (l’appartamento a Tokyo, per ora pagato con le rendite del videogioco precedente Final Freeway, che è un bel clone di OutRun), una efficace attività di promocomunicazione, idee chiare sui siti/magazine dove si deve cercare di arrivare, giusto prezzo, eccetera. Quindi complimentissimi Davide Pasca.

Bene, aspettando la prossima release del gioco (ma vi rendete conto? io che dico certe cose!) faccio gli auguri massimissimi a Davide e a tutto il suo team, ricordandogli però di non mangiare cetrioli mutanti, nè carne di coniglio nato senza orecchie, insomma in generale lasciare perdere le scampagnate a nord di Tokyio (e massimi auguri al Giappone intero per la situazione di Fukushima…)

Il sito degli sviluppatori: http://oyatsukai.com/

Il link al thread del forum di Indievault, per leggere info & dettagli & pippevarie direttamente dai commenti di Davide Pasca: http://www.indievault.it/forum/showthread.php?tid=4037

Saludos!

ps: e, scherzi a parte, se avete l’iPhone acquistate FRACTAL COMBAT. W I VIDEOGIOCHI ITALIANI!
(anche se realizzati vicino alle centrali nucleari danneggiate)

NESSUN ARTICOLO DISPONIBILE

14 Responses to FRACTAL COMBAT: erano aaaaaaaaannni che non giocavo così tanto!

  1. Davide

    03/09/2011 - 18:14
    1

    Wow.. Grazie del blog post !! (che purtroppo lo leggo solo ora).
    In verita’ non lavoro a Segafredo ..ma in pratica quello e’ diventato il nostro ufficio per i meetings 8) ..il resto del tempo si lavora a casa (la compagnia ha un indirizzo, ma ancora nessun vero ufficio ;)

    Lavoravo gia’ nel campo dei giochi, ma come molti ho provato a mettermi in proprio. Il discreto successo di Final Freeway e’ stata una manna.. ed ora si spera di ripetere con Fractal Combat.
    Si tratta ovviamente di passione e di voglia di indipendenza.. tutti questi anni, prima di poter finalmente fare un gioco che uno puo’ sentire proprio!

    Grazie del supporto e a presto! 8)

    P.S. La carne locale la evito ormai, sigh sigh.

  2. Ivan Venturi

    03/09/2011 - 20:22
    2

    Grandissimo Davide! scusa x il misunderstanding segafrediano innanzitutto. Commenti positivi meritatissimi, soprattutto per quanto riguarda la visione che hai, che mi sembra semplice, umile quanto dovuto, lucida e determinata. Soprattutto per il design generale dei giochi, che diventano apprezzabili anche da chi non gioca molto come me. BRAVO RAGAZZUOLO!!!
    Domanda: ma come mai hai scelto il giappone come sede? Mi pare che quello che fai potresti farlo bene anche in Italia. E qui la carne non e’ radioatttiva!
    domanda 2: il 10 marzo 2012 sei in Italia? Vieni a Svilupparty! Penso che sarebbero tutti contentissimi di conoscerti di persona.

    Saludos!

  3. Davide

    04/09/2011 - 10:53
    3

    Grazie !
    Bhe.. ho lasciato l’Italia nel 95 perche’, come ben sai, fare giochi in Italia non e’ facile.
    Ho lavorato per 6 anni in America e per poi 10 in Giappone.. dove, radiazioni ed estati umide a parte, mi trovo molto bene.
    Quindi, l’Italia ormai e’ solo un posto dove ci sono parenti e vecchi amici 8)

    Sarebbe bello poter partecipare allo Svilupparty.. sembra molto interessante.
    Anche perche’, tutto sommato, alla fine risulta piu’ facile comunque collaborare con altri italiani !

    L’unico dubbio e’ che pianificavo di andare al GDC a San Francisco e quello finisce proprio il 9 Marzo..

    Comunque qui si vive sul filo del rasoio.. e 6 mesi sono una vita, magari riusciro’ ad essere ad entrambe.. o magari saro’ sotto qualche ponte ..eheheh

    Grazie di nuovo per il supporto, anche da parte di Max 8)

  4. Massimo

    27/09/2011 - 22:17
    4

    Ciao a tutti, avevo lasciato un altro commento ma non so se è stato pubblicato. Avrei un argomento di cui parlare (e una piccola richiesta), può essere interessante per entrambi, se le va di parlarne mi può contattare o lasciare un recapito?
    PS: se non le va fa niente, ma me lo faccia sapere così mi metto il cuore in pace da subito ;)
    Grazie mille e auguri per il blog, estremamente stimolante!!

  5. Ivan Venturi

    28/09/2011 - 08:33
    5

    Proponi pure!

    Saludos!

  6. Massimo

    28/09/2011 - 11:29
    6

    Grazie, prima di tutto complimenti per il tuo impegno nel campo della produzione italiana! Per quanto riguarda la proposta nulla di speciale a dire il vero. Faccio parte di una community che si propone di salvare dall’oblio delle iso di giochi datati (lo so che un originale vale più di 1000 iso, ma valli a trovare ormai! Credo che a questo punto, demagogia a parte, l’importante è salvaguardare queste opere in ogni modo)!
    E’ tutto in un’ottica internettiana di pura diffusione/condivisione, tant’è che i contributi sono liberi e visionabili da chiunque, anche a non registrati.

    Se fossi interessato (e ne avessi la possibilità) chiedevo info riguardo la reperibilità di materiale inedito. In caso affermativo ne possiamo parlare dettagliatamente (magari in privato, se non ci va di fornire pubblicamente link o mail); in caso negativo… pazienza… e mille auguri per i tuoi attuali progetti! :)
    Massimo

  7. Ivan Venturi

    28/09/2011 - 11:40
    7

    La cosa è interessante, quindi avanti tutta.
    Per quanto mi riguarda io posso contribuire con 30-40 prodotti che realizzai negli anni ’90 con la mia vecchia azienda Colors, pubblicati da Tecniche Nuove, Jackson Libri, Hobby & Work, AdMedia, Peruzzo Editore, RCS, e altri. Io ho singole copie. Se capiti allo Svilupparty a Bologna il 10 marzo 2012 mi organizzo per tempo e ti dò copie (fatte a mano) di tutti i cd-rom. di cui io ho una copia.
    Alcuni (forse la maggior parte) sono primizie, e in generale bei prodotti e molto originali. Molti adventures storici. Altri sono prodottini di poco valore.
    Dentro questi prodotti ci sono tanti nomi di persone che ora si trovano qui o là nel mondo dei videogiochi. Insomma varie cose interessanti.

    Saludos!

  8. Massimo

    28/09/2011 - 18:25
    8

    Ottimo avevo già notato lo Svilupparty e segnato la data, ora avrò un motivo in più per parteciparvi. Sarà fantastico conoscere te e le persone che hanno fatto così tanto per il videoludismo italiano (in un’epoca in cui purtroppo non otteneva l’entusiasmo che meritava)! Inoltre sarà un piacere contribuire a diffondere i vostri lavori storici!
    A proposito mi permetto di linkare il tuo blog sul nostro forum (arena80.it) e se vuoi sei il benvenuto! Saluti
    Massimo

  9. Ivan Venturi

    28/09/2011 - 18:31
    9

    otttttimo!

    Quando saremo vicini allo Svilupparty (tipo 15 giorni prima…), ricordami di fare tutte le copie… mi racco&mando

    saludos!

  10. Massimo

    28/09/2011 - 18:47
    10

    Contaci! ;)
    Ci vediamo a Bologna!

  11. Massimo

    26/02/2012 - 23:21
    11

    Ciao
    Se sei ancora disponibile per le copie dei tuoi vecchi lavori io ti confermo la presenza a Bologna. Ci vediamo il 10 marzo allora?

  12. Ivan Venturi

    27/02/2012 - 08:41
    12

    Ciao Massimo!
    i vecchi giochi li sto (lentamente) caricando, in copia ISO (simile: da alcohol) su questo blog. Trovi già Atlantide e Nefertiti.
    ciao!

  13. Massimo

    06/03/2012 - 16:04
    13

    Perfetto! Allora non ti dispiace se approfitto del blog?
    (il fatto è che tutti quelli che mi avrebbero accompagnato mi hanno bidonato, farmi il viaggio da solo è triste). A presto

  14. Ivan Venturi

    06/03/2012 - 16:10
    14

    approfitta pure!
    ciao!

Leave a Reply

No trackbacks yet.

Posts with similar tags

No post with similar tags yet.

Posts in similar categories

Nel 1987 ho fatto il primo videogioco della Simulmondo, prima software house italiana. Da allora ne ho fatti altre migliaia.
Dalla fine del millennio scorso faccio videogiochi educativi ed ora anche simulatori di guida e avventure di inquisitori medievali.
Poi nel 2003 ho fondato Koala Games, ora diventatata TIconBLU. E mi occupo di un bel po' di altre cose videoludiche varie.
E...VIVA I VIDEOGIOCHI ITALIANI!