Appunti e memorie di Ivan Venturi

Fare Videogiochi

 
 

Scritto da Ivan Venturi il 21/03/2011 in Senza categoria con 12 Commenti


Gioventù ribelle, il gioco del ministero della gioventù realizzato in occasione del 150° anniversario.

Allora: non ho intenzione di maramaldeggiare tecnologicamente, cioè di rigirare il coltello nella piaga, dato che basta dare un’occhiata su Indievault per rendersi conto della situazione. Non infierirò dicendo che, pur avendo Unreal Engine, il gioco è brutto, incompleto, con i bersaglieri fermi lì pronti a essere ‘sparati’ senza che la cosa abbia effetto, privo di meccaniche decenti eccetera eccetera.

La cosa che mi disturba è la scelta fatta a monte, e che questo videogioco passi come rappresentante del videogioco italiano. Che risulterà inevitabilmente scemo.

Con tutte le campagne anti-videogiochi violenti che ho sentito fare dalla pubblica amministrazione, in particolare quella nazionale e quindi i ministeri, proprio un First Person Shooter viene realizzato.

Cioè: tra tutti i tipi di videogioco possibili immaginabili, proprio l’unico che assolutamente non può essere concepito nè come informativo nè come educativo. Mi chiedo: qual è il fine di questo videogioco?

Ragioniamo su chi può essere il target di questo videogioco, di questa operazione di comunicazione.

Gli utenti finali? no, dubito, il videogioco è troppo brutto e inadeguato per essere appetibile verso il massmarket.

Le altre amministrazioni pubbliche? No, impossibile, troppo pesante e poi è un FPS, l’unica forma di videogioco negativamente riconosciuta da tutti.

Per gli insegnanti e gli studenti? Spero di no, dato che, come già ho detto, è stata scelta la tipologia di gioco più inadeguata che si potesse scegliere. Io con gli insegnanti ci lavoro, li frequento, faccio e ricevo formazione. Nessuno mai userà un coso così per parlare di Risorgimento con i propri studenti. Nessun insegnante userà MAI un videogioco dove si spara a qualcuno! Non bisogna essere dei geni per capirlo.

Dubito (eufemismo) inoltre che gli studenti possano avere voglia di giocare un coso del genere, anni luce inferiore a qualsiasi cosa che normalmente essi possono giocare.

Non è un mio problema. Anzi, per chi l’ha fatto ci sarà stato certamente il tornaconto.

La cosa che mi fa imbestialire è che sarà questa roba qui a essere inquadrata come ‘videogioco italiano’.

Bella mossa, ministero della gioventù, proprio bella mossa. In linea con tante altre operazioni ed eventi che stanno facendo dell’Italia sempre più un paese del quale si può solo ridere.

Saludos!

ps: …Mi sorge un dubbio: forse è proprio questo il punto. Forse gioventu ribelle è un FPS ‘comico’ e io non  me ne sono reso conto!!!

NESSUN ARTICOLO DISPONIBILE

12 Responses to GIOVENTU RIBELLE… ehm…

  1. Gerardo Verna

    21/03/2011 - 15:16
    1

    Se non l’hai già fatto e hai qualche minuto scaricalo e provalo.
    E’ semplicemente imbarazzante a partire dal menu rimasto quello di default dell’UDK (a meno che non abbiano rappresentato volutamente Mazzini e Garibaldi come marines muscolosi o mostroni alla Gears of War)
    La cosa che mi ha scioccato è che abbiano avuto il coraggio di presentarlo al Maxxi di Roma e a Napolitano!!!
    E io che mi facevo paranoie per la presentazione di The Invisible Hand…
    P.S. il primo giorno la pagina di download era http://gioventuribelle.it/index-DAWNLOAD.html
    Non ho parole :(

  2. Ivan Venturi

    21/03/2011 - 15:22
    2

    Sì è davvero tremendo.

    Cmq il link sbagliato magari l’hanno fatto apposta, così la gente non riusciva a vedere il gioco!!!

  3. Gerardo Verna

    21/03/2011 - 15:39
    3

    In realtà il link era funzionante ma il rar che scaricavi era corrotto.
    Dicono per colpa dell’esondazione di un fiume! (si sarà portato via qualche byte del file?)
    Sembra una barzelletta…
    Ma non fa ridere, anzi.

  4. Giovanni AKA Carnefrisca

    21/03/2011 - 15:40
    4

    Scherzi Gerardo!?
    Il motore del tuo Invisible Hand guarda che è fatto benissimo!
    Anzi, se ti va mi piacerebbe stare a chiaccherare un pò di più con te…
    Magari mi fai usare il tuo “motorino” :P

    Ad ogni modo, Ivan, dici che con Unity riuscivano a fare qualcosa di migliore? :P

    A me personalmente il gioco non è andato (FAIL!), ma da quello che vedo si può tranquillamente definire il peggior mod di unreal3.

    PS: Ivan, perchè non ti candidi per il chapter italiano di IGDA? (http://forum.igda-it.org/discussion/15/thread-per-le-candidature-alla-board-igda).

  5. Ivan Venturi

    22/03/2011 - 09:02
    5

    Signori & signori… brutto episodio. Speriamo che venga dimenticato al più presto. Peccato, occasione perduta.
    Sì, con Unity certamente si può fare qualcosa di migliore. Lo strumento usato incide solo parzialmente sul risultato finale… basta che metti una microscopica meccanica di gioco, dei modelli decentemente animati, che produci un concept non da cerebrolesi, e il gioco è fatto! Avrai il tuo gioco migliore di quello in questione.
    IGDA: sono già troppo occupatissimo, incasinatissimo, un sacco di carne al fuoco, famiglia, due figli (nessun cane). Lascio la palla a chi ha una quindicina d’anni più di me. La storia la devono fare i gggiovani!!!!
    Cmq ci guarderò, purtroppo per i motivi di tempo di cui sopra sono un po’ disinformato al momento…

    Saludos!

  6. Ivan Venturi

    22/03/2011 - 09:05
    6

    Beh se dicono che è colpa dell’esondazione, deve essere certamente vero. Perchè, forse TU osi dubitare di ciò che viene detto dall’amministrazione nazionale???

    REAZIONARIO!!!! DISFATTISTA!!!!

    Ah, opps. Anch’io dubito fortemente, ora che ci penso.

    Saludos!

    ps: vieni sabato a Milano a ‘Fai la cosa giusta’ per la presentazione di Invisible Hand? Sarà una beeeeeeeellla cosa!

  7. Giovanni AKA Carnefrisca

    22/03/2011 - 10:19
    7

    E’ risaputo che l’UDK gestisce bene gli shader dell’acqua ma soffre l’umidità.
    Guarda, verrei volentieri a Milano… se non fosse che per guadagnare la pagnotta mi tocca oltralpe per qualche giorno…(detto fra noi, dù palle…)

  8. Giovanni AKA Carnefrisca

    22/03/2011 - 11:06
    8
  9. Ivan Venturi

    22/03/2011 - 13:17
    9

    NON CI POSSO CREDERE!!!!

    Questi qui non fanno solo schifezze (tanto per usare un termine positivo). CI DANNEGGIANO TUTTI MORTACCI LORO!!!

    URGE CHE SI FACCIA QUALCOSA, CHE SI SAPPIA CHE QUELLA MERDATA NON RAPPRESENTA NESSUNO DI NOI, NIENTE DI CI

  10. Giovanni AKA Carnefrisca

    22/03/2011 - 13:24
    10
  11. Gerardo Verna

    22/03/2011 - 14:46
    11

    Ivan, se hai voglia e la condividi c’è una lettera aperta relativa alla questione GR da sottoscrivere proprio sul sito di IGDA
    http://igda-it.org/2011/03/20/lettera-aperta-su-gioventu-ribelle/
    Io l’ho firmata giusto per dare un minuscolo contributo, poi per quel che mi riguarda la storia purtroppo finisce qui, anche se il giramento di balls proseguirà ancora per qualche giorno.
    Per Milano, sabato non credo che riuscirò (da casa mia inizia a essere una bella distanza)

    @Giovanni
    Sicuramente al prossimo Svilupparty o simili faremo una bella chiacchierata. Per quanto riguarda il “motorino”, per ora, maneggiato da mani diverse dal suo creatore, potrebbe arrecare danni a cose/persone/animali :) , ma migliorerà

  12. Ivan Venturi

    22/03/2011 - 14:50
    12

    Non posso, perchè io sono proprio contro al videogioco in sè. A me frega relativamente poco della mediocre realizzazione tecnica. La cosa che mi fa infuriare è che sia venduto come ‘educativo’.

Leave a Reply

No trackbacks yet.

Posts with similar tags

No post with similar tags yet.

Posts in similar categories

Nel 1987 ho fatto il primo videogioco della Simulmondo, prima software house italiana. Da allora ne ho fatti altre migliaia.
Dalla fine del millennio scorso faccio videogiochi educativi ed ora anche simulatori di guida e avventure di inquisitori medievali.
Poi nel 2003 ho fondato Koala Games, ora diventatata TIconBLU. E mi occupo di un bel po' di altre cose videoludiche varie.
E...VIVA I VIDEOGIOCHI ITALIANI!