Appunti e memorie di Ivan Venturi

Fare Videogiochi

 
 

Scritto da Ivan Venturi il 01/03/2011 in Senza categoria con Nessun commento


Cojn grandissimo piacere annuncio la presenza a Svilupparty delle ragazze e ragazzi di Kitchen, storica agenzia di comunicazione bolognese che da un po’ si cimenta anche nella produzione di videogiochi! www.kitchencoop.it

Sono particolarmente contento dato che Kitchen significa anche Antonella e Fabiana, di fatto tra le poche produttrici di videogiochi in Italia! Sarà interessante quindi porre anche a loro, oltre a Daniela delle Geek Girls, la domanda “Perchè i videogiochi sono realizzati principalmente da maschi?”. LA risposta è facile. Le sfumature molto meno.

Il videogioco realizzato da Kitchen, insieme a noi di KoalaGames (ebbene sì, l’ho progettato io) e con la programmazione di Imagimotion (ebbene sì, il codice è di Alessio Falsetti!) è saltato fuori particolarmente bello, grazie alla splendida grafica da loro realizzata, e dai suoni, e dal concept sul quale poi io ho realizzato gli schemi di gioco.

Lo trovate qui:

http://www.gvc-italia.org/migragames/migragames.html

E’ un bel videogioco, multilingua, sull’immigrazione, per far capire (e comprendere) ai bambini e ai ragazzi cosa spinge così tanta gente a cercare una vita migliore nei paesi occidentali.

Il videogioco verrà presentato allo Svilupparty e sarà possibile giocarlo.

Nei prossimi giorni sarà on-line la versione definitiva. Ora on-line due missioni complete.

W LE DONNE (ITALIANE) CHE FANNO VIDEOGIOCHI (ITALIANI)!!!

Saludos!

NESSUN ARTICOLO DISPONIBILE

Leave a Reply

No trackbacks yet.

Posts with similar tags

No post with similar tags yet.

Posts in similar categories

Nel 1987 ho fatto il primo videogioco della Simulmondo, prima software house italiana. Da allora ne ho fatti altre migliaia.
Dalla fine del millennio scorso faccio videogiochi educativi ed ora anche simulatori di guida e avventure di inquisitori medievali.
Poi nel 2003 ho fondato Koala Games, ora diventatata TIconBLU. E mi occupo di un bel po' di altre cose videoludiche varie.
E...VIVA I VIDEOGIOCHI ITALIANI!