Appunti e memorie di Ivan Venturi

Fare Videogiochi

 

Scritto daadmin il 31/03/2010 in colors, download, link, ms-dos, neverworld con 28 Commenti


…in effetti, ci sono un sacco di videogiochi prodotti da Colors che ho ancora e che potrei rendere disponibili on-line aggratiss!
Cominciamo dal suddetto Neverworld

da qui scaricate l’immagine del CD-ROM (.nrg. Magari usate Nero per masterizzarlo. Ho dovuto fare così perchè ci sono tracce audio).
da qui scaricate il manuale in PDF, girato in ‘orizzontale’ affinchè sia comodo stamparlo a dimensioni decenti.
Neverworld è per MS-DOS, e immagino che non sia così semplice farlo funzionare su Vista o Windows7. Ma lascio agli esperti l’onore (e l’onere) di trovare il modo di farlo. Anzi, chi ci riesce, se poi fosse così gentile da postare un commento con le info necessarie… ringrazio anticipatamente.
Allora: Neverworld!
Doveva essere il primo numero di una serie edicola, cd-rom più rivista che poi si sarebbe chiamata Raven e sarebbe stata un contenitore di videogiochi e contenuti editoriali tutti basati sullo stesso mondo ‘fiction’, nel senso che tutti i personaggi, tutti gli eventi, sarebbero stati collegati tra loro. Cosa che poi è più o meno avvenuta con tutti i prodotti Colors, anche se in modo più blando.
Neverworld è un gioco arcade/adventure molto ampio, zeppo di grafica e di ambientazioni da scoprire. E’ ambientato a New Tai, la futura TaiPei, è vede le gesta di Joshua Jam, investigatore del mondo virtuale nonchè frequentatore dei bassifondi della città e delle peggiori zone di Neverwolrd, il mondo virtuale parallelo dove tutte le vicende hanno inizio e fine. C’è Doctor Meridian, una specie di santone che per metà, a causa di un ‘incidente’ in passato, è virtuale. Il mondo virtuale e quello reale/fisico, sono mischiati.
Come vedrete, la grafica è (a mio parere) piuttosto buona. Parte di essa è realizzata da ex-simulmondiani (tra i quali Michele Sanguinetti). Peccato che commissi un grosso errore, all’epoca. Infatti il gioco è in 320×200 e funziona su MS-DOS, che all’epoca era assolutamente ancora preponderante, ma considerando i tempi di produzione ed edizione, avrei dovuto produrlo in 640×480!
Neverworld è zeppo di roba. Se non erro, oltre il gioco di Neverworld vero e proprio, c’è un po’ di altro materiale. Mi saprete dire (prima di tutto se si riesce a farlo funzionare)!
Saludos!
note: siete TUTTI liberi di scaricarlo e linkarlo dal vostro sito, blog, insomma di farci quello che volete.
Due condizioni!
primesima: i link devono rimanere collegati all’indirizzo che ho indicato e non ad altri
secondiania: il gioco non può per nessun motivo essere usato in modi commerciali, quindi non duplicato industrialmente, nè in alcun modo rivenduto.
Gratis, invece, potete usarlo, segnalarlo quanto volete. Ziao!
Bookmark and Share

Nel 1987 ho fatto il primo videogioco della Simulmondo, prima software house italiana. Da allora ne ho fatti altre migliaia.
Dalla fine del millennio scorso faccio videogiochi educativi ed ora anche simulatori di guida e avventure di inquisitori medievali.
Poi nel 2003 ho fondato Koala Games, ora diventatata TIconBLU. E mi occupo di un bel po' di altre cose videoludiche varie.
E...VIVA I VIDEOGIOCHI ITALIANI!