Appunti e memorie di Ivan Venturi

Fare Videogiochi

 
 

RRRRieccoci!

Con molto piacere ho visto la eco su Indievault.it e vari commenti (dei quali ringrazio tutti), sito di riferimento dell’Indie italico, perciò supermega interessante per la nostra prossima fiesta del 5 marzo 2011.
Un po’ di cose in ordine sparso, ma chi è interessato prenda nota.

ORARIO
Correggo l’orario: sarà dalle 10:30 alle 18:30. La mattina e a pranzo c’è il mercato proprio nel cortile della cineteca, quindi paninazzi alla porchetta a mille per chi lo desidera (io per esempio).

CENA e SERA e NOTTE e MATTINA
Dopo, comunque, non finisce. L’anno scorso, terminata la giornata, tutti noi ex-simulmondiani (eravamo in 20 e passa…) andammo a mangiare assieme alla mitica pizzeria-ristorante Gggiubilo di via del Pratello (che è zeppa di osterie e al sabato sera è sempre mooooolto piacevole).
Estenderei l’invito a tutti, a patto che chi vuole cenare confermi la propria presenza e versi una caparra, tipo 10 euri, in modo che se poi ci fa il pacco (bidone) almeno l’oste non ci insegue con la mannaia per il coperto prenotatoe mancato ma si becca comunque un deca.
Chi fosse interessato, posti un commento o batta un colpo in qualche modo, in maniera che io mi possa rendere conto se è una cosa che ha senso fare oppure no (magari siamo troppo pochi, oppure troppi)
Dato che durante la serata la festa continua e si amplifica, sconsiglio vivamente a chi verrà da fuori città di ripartire subito dopo. Ok se è in treno. Se in macchina no, troppo peligroso, specie se si alza un po’ il gomito. Ricordate che una delle mie attività principali è l’Educazione Stradale…
Molti ex-simulmondiani l’anno scorso dormirono a BO, in una bella pensioncina (una bettolaccia) che gli avevo trovato. In caso di non ex-simulmondiani, posso fornire indicazioni per posti vicini e/o economici, altrimenti prenotare per tutti diventa un massacro.
L’anno scorso arrivai a casa che erano le 5 passate… (della mattina, ovviamente).

PARTECIPAZIONE COME PUBBLICO
Ingresso libero! Chi ha intenzione di partecipare, però se lo fa sapere prima ci fa un piacere, così sappiamo meglio come organizzarci per spazi, sedie, lettighe, celle, camicie di forza ecc. Se fossimo 200 invece di 100, la cosa diventerebbe un problema: Andrea e Matteo dell’Archivio Videoludico probabilmente mi manderebbero affanc sonoramente.
Comunque, più siamo meglio è. Purtroppo, sappiate che la presenza femminile è dello 0,071%. Insomma, il nerdume è totale (me compreso). 

PARTECIPAZIONE COME GRUPPO INDIE
Ci saranno 12 postazioni per gruppi e aziende. La precedenza l’avranno i gruppi indipendenti. Se avanza del posto ci infiliamo qualche azienda (tra cui Koala Games, Artematica, Imagimotion, Adventures Planet ecc – tanto ci saranno/saremo comunque). Ma la priorità di quest’anno è lo sviluppo indie.
Come fare per partecipare come gruppo?
- dovete essere costituiti in qualche modo (non necessariamente giuridico. Però che ci sia un sito, un’identità ben definita)
- dovete presentare un progetto che state realizzando e che intendete portare a termine
- dovete essere pronti a essere presi perilcù nel caso ciò che presentiate (termine un po’ inadatto… fa sembrare la ocsa troppo formale) non piaccia alla platea (termine assolutamente inadatto) e pubblicamente analizzati, tra il serio (poco) e il faceto (molto)
- last but not least, dovete avere intenzione più o meno seria di fare dello sviluppo di videogiochi un lavoro più o meno serio. Io e tutti i miei colleghi saremo lì a portata di schioppo a disposizione per qualsiasi dritta o chiacchiera o quellochevipare.
- dovete inviarmi una spiegazione (in italiano o alternativamente in pesciolese) del vostro progetto, di chi siete ecc. in maniera da consentirci di fare una selezione. Purtroppo dovremo fare una scelta. Anche se comunque, male che vada un angolo di tavolo da qualche parte dove appoggiare un portatile lo troviamo…
inviate il vostro progetto/identikit a ivan@koalagames.it mettendo tutti i vostri riferimenti (nomi, telefono, email, sito, numero di scarpe ecc)

Ogni gruppo dovrà, oltre a esporre il proprio materiale (il portatile appoggiato sul tavolo di cui sopra), raccontare anche in pubblico il progetto, in 15-20 minuti. E rischiare di esporsi al pubblico ludibrio o all’acclamazione della folla. 

PARTECIPAZIONE COME GRUPPO RETROGAMING
Certamente (spero – glielo devo ancora chiedere) ci saranno i ragazzi di Ready64, ci sarà Robert di WOPRBOX. Ci dovrebbe essere quest’anno anche il lato sinclairista.
Chi volesse partecipare come gruppo di retrogaming, stessa cosa di cui sopra. Scriva a ivan@koalagames.it . Mi raccomando indicare il numero di scarpe e il numero di dita dei piedi (precedenza a coloro che superano le 11 complessive).
A ogni gruppo di retrogaming, chiederemo di portare una serie di video (capture screeen, vedi fraps o camtasia) che mostrino in un minuto o due, le idee migliori dei vecchi videogiochi, in modo che le si possano mostrare a tutti su schermo gigante. Utilissimi spunti videoludici. In fondo sono le idee supermega originali la cosa che rende i vecchi videogiochi così belli. 

Direi che per ora è tutto. Scrivete e postate vs commenti e suggerimenti.

Saludos!

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

  1. DEVELOPARTY (titolo clandestino: Simulmondo Reunion 2)

2 Responses to DEVELOPARTY parte 2

  1. Wopr

    02/11/2010 - 11:50
    1

    Ciao Ivan!

    Devo dirti che ci sarò senz’altro?? Mi sembra ovvio….Posso perdermi un’occasione del genere?

    Del resto l’anno scorso è stato spettacoilare!!!

  2. Ivan Venturi

    02/11/2010 - 12:22
    2

    …quest’anno sarà ancora meglio!
    Grande WOPR!

Leave a Reply

No trackbacks yet.

Posts with similar tags

No post with similar tags yet.

Posts in similar categories

Nel 1987 ho fatto il primo videogioco della Simulmondo, prima software house italiana. Da allora ne ho fatti altre migliaia.
Dalla fine del millennio scorso faccio videogiochi educativi ed ora anche simulatori di guida e avventure di inquisitori medievali.
Poi nel 2003 ho fondato Koala Games, ora diventatata TIconBLU. E mi occupo di un bel po' di altre cose videoludiche varie.
E...VIVA I VIDEOGIOCHI ITALIANI!