Appunti e memorie di Ivan Venturi

Fare Videogiochi

 
 

…Riprendiamo da dove eravamo rimasti e da dove poi, pelandronamente, ho saltato qui e là a seconda delle ispirazioni temporanee.
Il 27 settembre del 1990 terminai finalmente il servizio militare. Per chi non l’ha fatto, è una sensazione difficile da comprendere. Tornare civile. Tornare libero di andare a dormire quando si vuole e di decidere liberamente le proprie azioni. Tutti i miei commilitoni dello stesso scaglione (cioè che si congedavano con me) era ovviamente contentissimi di concludere il ‘militare’. Chi sarebbe tornato al vecchio lavoro, chi avrebbe iniziato a cercarlo, chi non sapeva bene cosa fare della propria vita.
Io ovviamente non vedevo l’ora di tornare al lavoro.
In verità, avevo già fatto vari rientri temporanei durante le varie licenze e permessi, non riuscendo a stare lontano da Simulmondo per troppo tempo, da Carlà e da tutti gli altri amici, vecchi e nuovi. Prima di congedarmi, avevo appena consumato una licenza premio di 7+2 giorni, durante i quali me la ero certamente spassata, ma ero anche tornato a Simulmondo dove mi ero riaggiornato e dove ricevetti anche qualche soldo, con mio grande gaudio per le tante cose fatte in precedenza all’89.
Fu l’unica licenza in cui tornai a casa in divisa. Tanto per farmi vedere dalla mamma. Avevo i capelli belli lunghi, con un ciuffone davanti che mi arrivava più sotto del naso e che cammuffavo sotto il basco (quando lo tenevo). Ricordo che la sera che arrivai a casa per la licenza, vidi davanti a casa mia un incidente d’auto, già avvenuto, da cui fortunatamente il conducente uscì quasi illeso. Ma la cosa incredibile era l’auto, completamente rovesciata. Davanti a casa mia.
Avete mai avuto un auto rovesciata a cinque metri dal vostro portone? Io sì.
A Simulmondo ebbi finalmente occasione di incontrare (nuovamente) e conoscere meglio Riccardo Cangini, col quale da quel momento avrei condiviso gran parte delle mie giornate lavorative. E Mario Bruscella, che credevo fosse un vulcaniano in incognito, sia per il suo carattere, sia per la sua straordinaria abilità di programmatore (senza contare che era bravissimo a giocare a scacchi… senza scacchiera!).
Ricky e Mario stavano lavorando su I play 3D Soccer per Amiga. Ricky mi mostrò la quantità enorme di calciatori che stava realizzando nelle varie animazioni e nelle varie dimensioni, dato che non c’era una funzione abbastanza veloce che riducesse decentemente le bitmap in tempo reale, e quindi conveniva ridurre a mano (col Deluxe Paint) e ritoccare, disegnando tutto il necessario, ogni frame, uno per uno. Ingabbiandoli ordinatamente in tante schermate che sarebbero poi finite in memoria.
Mi trovai subito bene, soprattutto con Ricky e Mario. Bene è un eufemismo. Strafantasticamente è più corretto. Allego un paio di foto che scattammo il primo giorno del mio ritorno tanto per far capire il livello di confidenza (e demenza, che fa anche rima) immediata che scattò fra noi.

Qui vedete la rappresentazione, nell’ufficio dove io programmai F1 Manager e dove ora stava Ricky, della ESTENSIONE. Io sono il cretino in maglietta bianca a sinistra, poi c’è in nero Andrea Bradamanti (tester simulmondiano e mio cugino), e in camicia Mario Bruscella.

Questa invece è la rappresentazione della compressione. La foto è scuretta, comunque si capisce che il QI complessivo rasenta quasi i 10-12 punti. Essendo assente Riccardo, suppongo che stesse scattando la foto.

Proprio in quell’ufficio mi sistemai con i miei C64. Dovevo completare la grafica dell’arcade di 50cc Motomanager da consegnare a Stefano Balzani, e rifinire lo sprite editor per realizzare tutte le animazioni delle moto.
Lo spasso ricominciò alla grande, moltiplicato per cento!

Segue nei prossimi post, con:
- lo straordinario avvento di Michele Sanguinetti, lead graphic di Simulmondo
- la realizzazione notturna di Soccmel Stories e Soccmel Heroes (ebbene sì, Ricky, raccontiamolo!)
- il programmatore di F1 3D Amiga… come diavolo si chiamava? Simone qualcosa. Aveva alcune caratteristiche peculiari, e diede vari grattacapi. Ma non anticipiamo troppo…
- l’avvio delle nuove produzioni C64.
- Nicola Ferioli e I Play 3D Soccer
- il trasferimento nel mio nuovo ufficio
- le lezioni frangicapadura che mi faceva Francesco
- quando e come diventai direttore di produzione
- i programmatori delle produzioni di quel tempo, quelli che ricordo, da Elyasy, che non rispondeva al tel durante lo shabbat, al supermegabravo Mario Savoio, a Pietro Pino che diceva (PAZZO) che Slash (o come si chiamava il chitarrista dei GunsNRoses) era meglio di Jimmy Page dei Led Zeppelin, eccetera!
(più che una preview, è un memo per me… sapete le condizioni dei miei sovrastimati neuroni…)

Al prossimo post. Saludos!

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

  1. VITA DI VIDEOGIOCHI/29: in memoria dei videogiochi a 16 bit
  2. VITA DI VIDEOGIOCHI/20: 1989, in ufficio a Simulmondo
  3. VITA DI VIDEOGIOCHI/27: Videogiochi militari. Anzi, di un militare.
  4. VITA DI VIDEOGIOCHI/19: L'Amiga in cucina e la specializzazione
  5. VITA DI VIDEOGIOCHI/15: 8 bit, 1 man, Amiga in cucina, infine Simulmondo nasce.

One Response to VITA DI VIDEOGIOCHI/33: il ritorno

  1. Yassine

    28/05/2012 - 15:04
    1

    made a lot of sense. But, think about this, what if you added a little cnnteot? I mean, I dont want to tell you how to run your blog, but what if you added something to maybe get peoples attention? Just like a video or a picture or two to get people excited about what youve got to say. In my opinion, it would make your blog come to life a little bit.

Leave a Reply

No trackbacks yet.

Posts with similar tags

No post with similar tags yet.

Posts in similar categories

Nel 1987 ho fatto il primo videogioco della Simulmondo, prima software house italiana. Da allora ne ho fatti altre migliaia.
Dalla fine del millennio scorso faccio videogiochi educativi ed ora anche simulatori di guida e avventure di inquisitori medievali.
Poi nel 2003 ho fondato Koala Games, ora diventatata TIconBLU. E mi occupo di un bel po' di altre cose videoludiche varie.
E...VIVA I VIDEOGIOCHI ITALIANI!