Appunti e memorie di Ivan Venturi

Fare Videogiochi

 
 

Scritto da admin il 18/03/2009 in 1983, 1989, 1991, espresso, foto, simulmondo con Nessun commento


Un po’ di foto d’epoca… ecco una foto di Simulmondo, marzo 1989, da un articolo che fece l’Espresso. A SX in cravatta Riccardo Arioti, socio iniziale di Simulmondo poi fondatore di Genias. A destra il mitico Wiz (con occhiali e camicia). Maglione azzurro e camicia bianca per Francesco Carlà. Si vede una mezza testa, sopra il flipper di Wiz, di Nicola Paggin, che creò il primo prototipo di meccanismo di F1 Manager.

Io sono col maglione nero al centro della foto, di fianco al monitor. Sopra di esso, i due ragazzi di Latina che programmarono F1 Manager per Amiga. Poi si vede la faccia di Davide Dardari, autore di Italy 90 soccer per Amiga. E altri che purtroppo non ricordo…

La busta del mese pubblicata sulla rivista ‘Videogiochi’ della Jackson, nel lontano 1983! La mia prima apparizione nel mondo dei videogiochi, che ancora in larga parte sognavo, avendo solamente a disposizione ogni tanto i computer prestati dai vari amici di mio fratello.

Giugno 1991. Foto apparsa su Gente. A quell’epoca ero direttore di produzione di Simulmondo.


Inizio 1993. Foto di gruppo della Simulmondo pubblicata da una rivista francese di videogiochi che ci definì ‘un bel gruppo di hippy’. Cosa che in effetti in quel periodo non si discostava molto dalla realtà, nonostante le 14-16 ore lavorative quotidiane 7 giorni su 7.
In alto a SX vedete me (capellone, periodo superfricchettone), più in basso Carlà, poi Stefano Balzani il superprogrammatore (capellone, all’epoca della sua ‘permanente’), Bob Bietoli (amministrazione).
Sotto, mentre strangola Michele Sanguinetti, c’è Gianluca ‘Boka’ Gaiba (capellone), autore delle musiche di Simulmondo e chitarrista della madonna. Sotto, Michele Sanguinetti (il più alto: 1,98 m) sumermega disegnatore. Sue le spettacolari animazioni di Diabolik e Dylan Dog. Tutti i frames disegnati a mano ‘al pixel’, senza aiuto di video o altro… talento puro. A sinistra, che si copre le pudenda col blister di TEx, Cristian Bazzanini (storyboarder), poi con la barba Fabio (non mi ricordo il cognome. Anzì sì: Belletti), programmatore, poi Ciro Bertinelli, montatore, grafico e sceneggiatore. Poi in camicia rossa garibaldina il supermega Riccardo Cangini, ora boss di Artematica azienda n. 1 in produzione adventures made in italy. A destra, infine, Natale Fietta, bravissimo programmatore PC nonchè uno dei migliori origamisti d’italia.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

  1. VITA DI VIDEOGIOCHI/20: 1989, in ufficio a Simulmondo
  2. VITA DI VIDEOGIOCHI/17: Nasce la Simulmondo!
  3. VITA DI VIDEOGIOCHI/8: l'incontro con Francesco Carlà
  4. VITA DI VIDEOGIOCHI/15: 8 bit, 1 man, Amiga in cucina, infine Simulmondo nasce.
  5. VITA DI VIDEOGIOCHI/13: il primo videogioco 'vero'

Leave a Reply

No trackbacks yet.

Posts with similar tags

No post with similar tags yet.

Posts in similar categories

Nel 1987 ho fatto il primo videogioco della Simulmondo, prima software house italiana. Da allora ne ho fatti altre migliaia.
Dalla fine del millennio scorso faccio videogiochi educativi ed ora anche simulatori di guida e avventure di inquisitori medievali.
Poi nel 2003 ho fondato Koala Games, ora diventatata TIconBLU. E mi occupo di un bel po' di altre cose videoludiche varie.
E...VIVA I VIDEOGIOCHI ITALIANI!