luci diurne ledQuanti di voi si ricordano di accendere le luci di posizione o anabbaglianti anche di giorno, quando vi trovate a circolare su strade extraurbane o autostrade? Eppure, come stabilisce il codice della strada, è obbligatorio farlo (e consigliabile anche nelle strade urbane). Anche se c’è chi storce la bocca perché ciò implica un maggiore consumo di energia –­ e far sostituire le lampadine quando si bruciano, si sa, costa non poco.

Ci ha pensato la Commissione europea a tagliare la testa al toro: è infatti entrata in vigore la nuova normativa Ue che stabilisce che tutte le auto immatricolate a partire dal 7 febbraio scorso dovranno obbligatoriamente essere dotate del nuovo sistema di luci diurne: si tratta di luci led (Led DayLight) che si accenderanno automaticamente ogni volta che si gira la chiavetta e si avvia il motore. Il vantaggio? Innanzitutto la sicurezza stradale: le luci diurne servono infatti a farsi vedere da pedoni, motocicli, ciclisti e altri veicoli. Ma c’è anche il dato, importante, del risparmio energetico. Infatti le luci a led consumano molta meno energia (fino al 90% in meno) e durano molto più a lungo delle tradizionali lampade alogene usate per luci di posizione, abbaglianti e anabbaglianti.

Se volete già risparmiare energia senza dover comprare un’auto nuova, potete comunque procurarvi le Led DayLight per la vostra automobile: molti modelli sono facilmente montabili in qualsiasi tipo di vettura, senza il bisogno di rivolgersi a personale professionista.

Fonte: www.sicurauto.it

 
  |